Leave a comment

Tenuta di Valgiano (Toscana)

La Tenuta di Valgiano, in Lucchesia, ha 16 ettari di vigneto che ospitano una grande varietà di vitigni. Questa caratteristica corrisponde all’anima di Lucca e della sua provincia: quell’ “altra Toscana” dalle tante differenze storiche rispetto al resto della regione, con le sue variabilità geologiche e climatiche. Repubblica indipendente, mai sottomessa a Firenze o al papato, saldò legami commerciali e non solo con l’Europa e culture più lontane. Per queste ragioni, qui si trovano varietà giunte da tanti luoghi: una concezione di viticoltura che si ritrova a Valgiano, dove si valorizza la pluralità di vitigni selezionati casualmente nel tempo.
Qui si allevano il Sangiovese, la Syrah originaria dalla Persia (anche se alcuni insistono che sia Egiziana), il Merlot francese, lo Chasselas svizzero, Aleatici e Moscati, il Vermentino, il Trebbiano, la Malvasia, il Grechetto. I terreni derivano geologicamente da due distinte conformazioni: la marna calcarea di alberese e l’arenaria del macigno toscano.
La coltivazione dei vigneti e degli oliveti segue il metodo Biodinamico, così come sviluppato da Alex Podolinsky in Australia. La vinificazione, di approccio semplice e poco interventista, guarda alla bevibilità e alla rotondità dei vini, a rispecchiare i sapori Lucchesi.
Oltre al vino, a Valgiano si producono l’olio “Extra vergine” di Oliva, e 3 tipi di miele: Acacia, Castano e Miele di Spiaggia, dall’Elicriso.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: